Ricordando Pier Lorenzo Alvigini

 

23.01.2016

Ricordando Pier Lorenzo

 

           L’incontrai nel 1940 e nacque subito un’amicizia profonda,  sincera, tenace per lui e in seguito per tutta la sua bella famiglia.

           Univa, ad una profonda preparazione ingegneristica nel campo della progettazione di costruzioni industriali e civili, un forte senso del dovere e una condotta integerrima, qualità che gli meritarono la nomina in importanti e delicati organi professionali.

           Era dotato di memoria ferrea e di un raro senso di orientamento. Generoso, buon compagnone, buon alpinista e sciatore, dedicò la sua vita al lavoro, fino agli ultimi giorni lo si trovava spesso in ufficio, alla famiglia, alla montagna e alla Scuola della Sucai.

Renzo Stradella

 

 
Breithorn aprile 1962, per gentile concessione di Flavio Melindo
Breithorn aprile 1962, per gentile concessione di Flavio Melindo

Pier Lorenzo  si iscrisse alla Sezione di Torino del CAI o meglio all’UNICAI nel 1942, entrò nel Consiglio Direttivo della Sucai nel 1948 e divenne aiuto istruttore della Scuola di Alpinismo Boccalatte nel 1949. Entrò come istruttore al II Corso di Scialpinismo (1952-53) e vi rimase praticamente tutta la vita: condirettore del  IX Corso e successivi (periodo dei Savi Anziani) fino ad essere nominato Presidente Onorario della Scuola. Anche la partecipazione alla vita sezionale fu intensa: eletto Consigliere della Sezione nel 1959, ricoperse la carica di Vice Presidente per 3 anni (dal ’70 al ’72) per diventare infine Presidente nel 1981. Nei sei anni di presidenza dovette affrontare, per la prima volta nella storia della Sezione, seri problemi di carattere giudiziario penale (iniziava l’era delle toghe) che superò dimostrando in prima persona di fronte al magistrato, ossia senza l’intervento di avvocati, l’infondatezza delle accuse. Anche come professionista lavorò, a titolo gratuito, per la Sezione: a lui si devono la ricostruzione del Rifugio Gastaldi e del bivacco Ghiglione alla Fourche.

Ghiglione luglio 1968, per gentile concessione di Flavio Melindo
Ghiglione luglio 1968, per gentile concessione di Flavio Melindo
 
Polluce luglio 1962, per gentile concessione di Flavio Melindo
Polluce luglio 1962, per gentile concessione di Flavio Melindo
 
Rocca di Miglia (Vallestretta), 19 settembre 1954, per gentile concessione di Renzo Stradella
Rocca di Miglia (Vallestretta), 19 settembre 1954, per gentile concessione di Renzo Stradella
 
Val di Zoldo, estate 2012, per gentile concessione di Flavio Melindo
Val di Zoldo, estate 2012, per gentile concessione di Flavio Melindo